GALLERY | SCULTURE

Cristo vivo

Cristo vivo

Cristo vivo in bronzo dorato attribuibile allo scultore toscano PIETRO TACCA (Carrara 1577 - Firenze 1640).
Pietro Tacca entra giovanissimo nella Bottega del Giambologna, il più importante sculture dell'epoca a Firenze,  e diviene a breve il suo primo allievo. Alla morte del Giambologna, ottenne in eredità lo studio e la sua abitazione. 
Solamente un anno dopo, prese il suo posto come scultore granducale e continuò a realizzare straordinarie opere, sia sviluppando un suo stile personale che utilizzando anche vecchi modelli del suo illustre maestro.
Nel caso di questo Cristo vivo, ne sottolineiamo la fattura del perizoma, molto vicino ad altri modelli realizzati dal Giambologna.

Figura Androgina

Figura Androgina

Materiale: pietra serena

Provenienza: Centro Italia

Epoca: transitorio XVI – XVII secolo

Misure: Altezza 126 cm – Larghezza  50 cm (circa)

 

L’opera è una statua in pietra serena che raffigura un personaggio dalle sembianze androgine, asessuate, di età adolescenziale.

Il soggetto possiede degli attributi che lo ricondurrebbero alla mitologia greca, infatti vediamo prendere dei grappoli d’uva con la mano sinistra, mentre con la destra sorregge una borraccia ricavata dalla vescica di una pecora, recipiente diffuso nel antichità Greca.

I “Calzari”, invece, sono un elemento tipico  dell’arte scultorea del pieno periodo rinascimentale.

Satiro Musicante

Satiro Musicante

Materiale: pietra di Vicenza

Epoca: XVIII secolo

Provenienza: Italia settentrionale (Veneto)

Misure: 93 cm x 37 cm

 

Scultura in pietra di Vicenza raffigurante “Satiro musicante”.

Opera decorativa ma di ottima qualità nello scolpito.

Purtroppo ha una mancanza sul braccio destro.

Queste sculture venivano commissionate in gran parte per abbellire i giardini di Ville ed importanti residenze.

Cristo romanico in avorio

Cristo romanico in avorio

Dimensione: 38 cm x 31 cm

Periodo: XI secolo

Il Cristo è in avorio e databile al XI secolo. L'opera è di provenienza spagnola, come attesta la particolare lavorazione del perizoma e numerosi altri dettagli stilistici che trovano riscontro con un'opera similare esposta in Fondazione Gomez Pardo al Museo Felix Cagňada (sez. scultura antica) a Madrid.

Questa particolare iconografia di Cristo crocifisso viene denominata “Cristo con piedi e mani a pinna”. Gli arti così allungati simboleggiano l'estrema sofferenza della crocifissione tramite chiodatura.

Giasone

Giasone

Materiale: pietra arenaria

Provenienza: Centro/sud Italia

Epoca: XV secolo

Misure: 40 cm x 35 cm

Il Giasone è una scultura in pietra arenaria, databile al pieno XV secolo.

Originariamente quest’opera era parte di un altorilievo, un genere di scultura in cui le figure modellate si staccano con rilievo evidente rispetto al piano di fondo.

Il nostro Giasone rientra perfettamente nella tradizione scultorea rinascimentale, in cui si ripresero i grandi eroi mitologici come simbolo di rinascita dell’antichità classica.

Vescovo

Vescovo

Materiale: pietra arenaria

Epoca: XV secolo

Provenienza: Francia del nord

Misure: 100 cm x 35 cm x 25 cm

L’opera è una statua in arenaria raffigurante un Vescovo e risale al XV secolo.

La statua era originariamente una decorazione da esterno, collocata con tutta probabilità in una nicchia posta in facciata di una chiesa.

In effetti l’iconografia dell’opera, in particolare la forma del cappello, ci porta ad attribuirla ad un vescovo o ad un’importante figura ecclesiastica.

La mancanza delle mani, e di eventuali attributi non permette di confermare, quindi riconoscere l’identità esatta della figura ritratta.

Richiesta informazioni sculture
Fabbri Arte Alto Antiquariato

Fabbri Arte di Juri Fabbri

Piazza XXIV Maggio, 9 - Canedole - 46048 Mantova (MN) Italia

P. Iva 02515790208

Contatti:

Tel. +39 338 1372919   |   E-mail info@fabbriarte.com

  • Seguici su Facebook
  • Seguici su Instagram

© 2019 by Fabbri Arte di Juri Fabbri

Policy e Privacy | Cookies

 

Sito internet realizzato da Studio 1974 srls