GALLERY | MOBILI

Rara cassa bergamasca intagliata

Rara cassa bergamasca intagliata

Rara cassa nuziale in legno di noce di tradizione ebanistica bergamasca e risalente agli inizi del XVII secolo, completamente intagliata a formare putti, girali, foglie d'acanto ed angeli che sostengono due scudi araldici.
Sugli angoli ed ai lati troviamo inoltre dei cartigli con al centro delle teste leonine di straordinaria qualità.
L'opera è corredata da un breve saggio, nonché da certificato di autenticità e lecita provenienza.

Scrittoio San Filippo

Scrittoio San Filippo

Raro scrittoio interamente realizzato in legno di noce.
Si tratta di una tipologia di mobile appartenente allo stile denominato "San Filippo", databile tra la fine del XVI e l'inizio del XVII secolo.

A renderlo riconoscibile sono le gambe "a lira", così come l'intera struttura, pensata per adempiere, una volta aperta, alla propria funzione di scrittoio.

Questo esempio di scrittoio è particolarmente pregiato e raro per la serie di sculture a tutto tondo raffiguranti degli angioletti impegnati nell'atto di sostenere il coperchio, intervallati da formelle riquadrate disposte lungo tutto il perimetro.

Abbassando la calatoia a ribalta troviamo poi un piano per la scrittura, tre cassetti e tre vani a giorno.

Cassa nuziale in noce interamente intagliata

Cassa nuziale in noce interamente intagliata

Cassone nuziale rinascimentale ancora di influenza Gotico Internazionale, recante blasone nobiliare sul coperchio e proveniente dall'Italia meridionale (o dalla penisola iberica), databile alla transizione tra il XV ed il XVI (1490 - 1520).
Il mobile è interamente realizzato in legno di noce, intagliato su ogni lato, e reca uno stemma nobiliare simboleggiante la sopracitata unione matrimoniale, con i simboli araldici delle casate.
Troviamo chiave e serrature originali (di realizzazione influenzata ancora dalla manifattura Gotica) e placche laterali in lamierino dorato, applicate su un velluto rosso cardinalizio, anch'esso dell'epoca.
L'opera è corredata da un breve saggio, nonché da certificato di autenticità e lecita provenienza.

Credenza Rinascimentale

Credenza Rinascimentale

Provenienza: Venezia

Essenza lignea: Legno di noce scolpito – scocca in abete

Misure: cm 160 x 48 – Altezza 136

Importante mobile interamente intagliato sul fronte con decorazioni che rispecchiano a pieno il periodo dell’ultimo quarto del XVI secolo in Veneto.

Presenta una costruzione ebanistica di alto livello, con pannelli frontali delle ante riccamente intagliati a volute e girali ed applicati tramite cavicchi alla struttura dell’opera, cariatidi con ceste di frutta ai lati ed al centro, piedi a volto di fauno ed i due cassetti sotto al piano impreziositi da piccole ceste di frutta e leoni alati.

Con tutta probabilità, il fronte dei cassetti, i pannelli delle due ante e le cariatidi vennero commissionati ad uno scultore, che  le realizzò per poi consegnarle all’ebanista al momento di completare l’assemblaggio del mobile.

Questa considerazione nasce dal fatto che la qualità esecutiva dell’intaglio supera di gran lunga le possibilità di un bravo ebanista, sicuramente competente a livello di costruzione e piccole decorazioni, ma non in grado di applicare al mobile qui descritto la qualità superiore di un vero e proprio scultore.

Ad esempio, se si osserva attentamente la costruzione delle due ante, si nota una discrepanza di qualità tra la cornice esterna (ricavata sicuramente dall’ebanista intagliandola “dal pieno”), e la straordinaria qualità del pannello centrale infatti applicato tramite cavicchi in legno; lo stesso vale per il fronte dei cassetti e le cariatidi.

(Piccole mancanze e restauro parziale sul piano).

Canterano genovese “A BAMBOCCI”

Canterano genovese “A BAMBOCCI”

Provenienza: Liguria – Genova

Epoca: fine del XVI secolo

Casata: Blasone della Famiglia D’ESPOSITO

Materiale: Noce intagliato - scocca in pino marino

Misure: cm 162 x 78 – Altezza 108

Importante e raro canterano Genovese in noce con gruppi scultorei sui fianchi e radiche di noce sui cassetti; bocchette dei cassetti in bronzo dorato, piano in noce in asse unica, patina straordinaria.

La finezza d’esecuzione dell’intaglio sui due lati, ci porta a considerare molto riduttivo il termine “Bambocci”, in quanto quest’ultimi non risultavano quasi mai essere di altissimo livello esecutivo ed espressivo.

Quando invece la committenza importante voleva eccedere nello sfarzo, commissionava a degli scultori di rilievo dell’epoca l’esecuzione delle figure, anche a tutto tondo come nel caso dell’opera in questione.

In gran parte degli esemplari conosciuti, i “Bambocci” venivano scolpiti ed applicati in coppia, uno sul fronte ed uno sul fianco ad ogni stadio adiacente ai cassetti, mentre qui i gruppi scultorei ai lati  raccontano storie ed avvenimenti con tutta probabilità legati alla Famiglia di committenza(blasonata sul piccolo cassetto centrale sotto al piano).

(Piccole mancanze e schiena probabilmente sostituita nel XVIII secolo).
 

Richiesta informazioni mobili
Fabbri Arte Alto Antiquariato

Fabbri Arte di Juri Fabbri

Piazza XXIV Maggio, 9 - Canedole - 46048 Mantova (MN) Italia

P. Iva 02515790208

Contatti:

Tel. +39 338 1372919   |   E-mail info@fabbriarte.com

  • Seguici su Facebook
  • Seguici su Instagram

© 2019 by Fabbri Arte di Juri Fabbri

Policy e Privacy | Cookies

 

Sito internet realizzato da Studio 1974 srls