GALLERY | AVORI

Cristo romanico in avorio

Cristo romanico in avorio

Dimensione: 38 cm x 31 cm

Periodo: XI secolo

Il Cristo è in avorio e databile al XI secolo. L'opera è di provenienza spagnola, come attesta la particolare lavorazione del perizoma e numerosi altri dettagli stilistici che trovano riscontro con un'opera similare esposta in Fondazione Gomez Pardo al Museo Felix Cagňada (sez. scultura antica) a Madrid.

Questa particolare iconografia di Cristo crocifisso viene denominata “Cristo con piedi e mani a pinna”. Gli arti così allungati simboleggiano l'estrema sofferenza della crocifissione tramite chiodatura.

Incoronazione della Vergine

Incoronazione della Vergine

Epoca: terzo quarto del XIII secolo
Materiale: Avorio
Dimensioni: 22 x 15 cm
Provenienza : Parigi


La scultura in avorio rappresenta l'Incoronazione della Vergine, ossia il momento in cui Gesù appoggia sulla testa della Vergine la corona; essi sono raffigurati seduti su di una balaustra mentre Gesù tiene in mano il Libro Sacro e Maria invece ha le mani congiunte in segno di preghiera.

La lavorazione è da riferirsi ad una bottega parigina della fine del XIII secolo; lo stile gotico è ben visibile nella staticità delle figure, nella minuziosità dell'incisione ed inoltre nelle decorazioni a rombi/fiori sul retro della balaustra.

Riccio di Pastorale: Crocifissione, Vergine tra San Giovanni Battista e San Giovanni Evangelista

Riccio di Pastorale con la Crocifissione e la Vergine tra San Giovanni Battista e San Giovanni Evangelista

Epoca: Metà del XIV secolo (1340 - 1350)
Materiale: Avorio
Dimensioni:  17, 6 x 10, 5 x 3 cm (voluta); 6,6 x 5 cm (cilindro di base)
Provenienza: Parigi


L'opera è un Riccio di Pastorale, in cui il centro della voluta è occupato da due episodi contrapposti e lavorati a giorno: da un lato è raffigurata la Crocifissione, dall'altro la Madonna stante, coronata, che sostiene con il braccio sinistro il Bambino e nella destra tiene una rosa, affiancata da San Giovanni Battista ed San Giovanni Evangelista. Il fusto è intagliato con fogliette di vite a bassorilievo.

Esso è probabilmente di origine parigina, poiché questa tipologia di pastorale, in cui l'avorio è lavorato a traforo con due soggetti affrontati è per la maggior parte prodotto da quelle botteghe francesi di metà Trecento.

Copa

Coppa

Epoca: XIV secolo
Materiale: Avorio
Dimensioni: 14 x 8 cm
Provenienza: Fiandre


La Coppa è interamente in avorio inciso ed intagliato a bassorilievo, essa raffigura una scena commemorativa di una battaglia. É presumibile che la scena si sia svolta tra contadini e alto borghesi durante il periodo di rivolte nelle Fiandre nel secondo quarto del XIV secolo.
Nel corpo centrale della coppa si vede un castello che fa da sfondo all'intera rappresentazione; i personaggi si dividono in contadini, uomini a cavallo (borghesi) e uomini a cavallo incoronati (i Re).
Sotto la scena principale sono presenti delle decorazioni con blasoni (non riconosciuti) a presentare quali sono le casate partecipanti.
Di notevole interesse sono le decorazioni sulla base, dragoni che si inseguono per tutta la circonferenza della coppa. Questo tipo di animale trova riscontro anche in alcune valve di specchiera sempre realizzate nel pieno 1300.

Angeli Musicanti

Angeli Musicanti

Epoca: Periodo Gotico Internazionale (1370 – 1450)
Materiale: Avorio
Dimensioni: 24,5 cm
Provenienza: Francia

Le sculture raffigurano una Coppia di Angeli musicanti realizzati in avorio di probabile provenienza francese, databili al periodo del Gotico Internazionale (1370 – 1450); lo stile che li caratterizza mantiene i lineamenti che appartengono al Gotico severo, come ad esempio la minuziosità e la longitudinalità, ma con l'introduzione di forme più morbide e dolci, tipiche dello stile del Gotico Internazionale.

Cammeo in avorio raffigurante l'Imperatore Nerone

Cammeo in avorio raffigurante l'Imperatore Nerone

Dimensione: 7 cm

Periodo: XV secolo

Provenienza: Centro Italia

Il cammeo raffigura Tiberio Claudio Nerone (37 a.C – 68 a.C), è in avorio ed è databile al XV secolo.

Nel nostro cammeo viene rappresentato l'imperatore Nerone, seguendo quello che era la "tradizione" romana. All'epoca non si sarebbe potuto ritrarre nessun altro per non incorrere alla pena di morte, in quanto altri tipi di cammei sarebbero potuti essere scambiati per le monete ufficiali dell'Impero.

Il rinnovato interesse per l'arte del cammeo trova sviluppo nel XV secolo grazie a mecenati ecclesiastici e nobili, in particolar modo Lorenzo de' Medici.

Il cammeo di Nerone è finemente inciso, possiede una patina straordinaria che ne contestualizza la datazione. A testimoniare l'originalità dell'opera sono le crettature e le micro - crettature presenti sulla superficie.

Richiesta informazioni sculture
Fabbri Arte Alto Antiquariato

Fabbri Arte di Juri Fabbri

Piazza XXIV Maggio, 9 - Canedole - 46048 Mantova (MN) Italia

P. Iva 02515790208

Contatti:

Tel. +39 338 1372919   |   E-mail info@fabbriarte.com

  • Seguici su Facebook
  • Seguici su Instagram

© 2019 by Fabbri Arte di Juri Fabbri

Policy e Privacy | Cookies

 

Sito internet realizzato da Studio 1974 srls

Cammeo in avorio raffigurante l'Imperatore Nerone